Il prossimo parco fotovoltaico, situato nella Sicilia orientale, si profila come il più esteso in Italia, con la costruzione affidata a Iberdrola, utility spagnola con sede a Bilbao, leader in Europa per capitalizzazione di mercato e tra le prime tre a livello mondiale.

L’annuncio ufficiale è stato fatto il 27 febbraio, ma i lavori effettivi inizieranno nel mese di marzo. Il progetto non si avvicina a quello di alcuni dei principali impianti globali come l’installazione di Al Dhafra ad Abu Dhabi inaugurata a novembre 2023, il quale dispone di due gigawatt di potenza e copre un’area di venti chilometri quadrati nel deserto.

Nonostante ciò, il parco siciliano rappresenta un segnale di cambiamento nell’approccio energetico dell’Italia. Questa iniziativa di Iberdrola evidenzia la necessità di adottare soluzioni più ambiziose per rispondere alle crescenti richieste di energia pulita nel paese.

Secondo i dati forniti dall’azienda, attualmente soltanto sessanta impianti in Italia superano i dieci megawatt di potenza, con una media di ventisei megawatt, cifre che appaiono insufficienti per soddisfare le nuove esigenze nel settore dell’energia rinnovabile, come sottolineato da associazioni e professionisti del campo.

Insomma il percorso sembra ancora lungo ma Fenix, questo il nome dell’impianto siciliano, è un primo grande passo verso un futuro più sostenibile.

 

Dati tecnici

Il progetto, realizzato attraverso la collaborazione tra la multinazionale spagnola Iberdrola e l’azienda tedesca IB Vogt, sta per diventare una realtà concreta. La sua capacità iniziale sarà di 245 MW, ma ulteriori 60 MW potrebbero essere aggiunti, portando la potenza complessiva a 305 MW.

Una volta operativo, il parco, dotato di 424.638 moduli fotovoltaici, produrrà circa 400 GWh annui. Questa produzione energetica sarà sufficiente per soddisfare il fabbisogno di oltre 140.000 abitazioni e contribuirà a evitare l’emissione di 119.000 tonnellate di CO2 nell’atmosfera.

La significativa realizzazione del parco solare Fenix avrà un impatto rilevante anche sul fronte occupazionale. Durante la fase di costruzione, è prevista la creazione di circa 500 posti di lavoro diretti a livello locale, fornendo un importante stimolo economico alla comunità circostante.

Una volta che il parco sarà attivo, si prevede che più di 100 posti di lavoro stabili saranno mantenuti durante la fase di funzionamento commerciale.

 

 

Produzione autonoma di energia pulita con G.E.S.

Sfruttare le fonti di energia rinnovabile come l’energia solare affidandosi a esperti come G.E.S. Energie permette di mantenere il massimo comfort delle abitazioni riducendo le emissioni di CO2 nell’atmosfera.

Gli impianti fotovoltaici installati, in combinazione con pompe di calore, consentono di ridurre i consumi energetici fino a raggiungere un’autonomia completa del 100% ed eliminano completamente i costi per gli impianti di termo-condizionamento. Basati su fonti rinnovabili, contribuiscono attivamente alla riduzione dell’impatto ambientale.

La progettazione degli impianti è curata da professionisti altamente qualificati e consulenti esperti nel settore. Questi esperti lavorano per sviluppare soluzioni personalizzate in linea con i principi della sostenibilità ambientale, garantendo che ogni impianto sia progettato con attenzione ai dettagli e alle esigenze specifiche di ciascun cliente.

Scegli la qualità e la sostenibilità per il futuro della tua casa o azienda, chiama il numero (+39) 055 9362530 oppure scrivi una mail a info@gesenergie.it