geotermica
Energia geotermica, di cosa si tratta e quali sono i vantaggi
17 Novembre 2021
addio al freddo
Riscaldare la casa in maniera efficiente e con il minimo impatto ambientale
22 Dicembre 2021
Mostra tutto

Come funziona la caldaia a condensazione e quali sono le sue caratteristiche

C’è una tipologia di caldaia che risulta particolarmente virtuosa e in linea con i diktat del rispetto ambientale, tematica sempre più al centro del dibattito a livello internazionale. Stiamo parlando della caldaia a condensazione, introdotta sul mercato in tempi relativamente recenti ovvero alla fine degli anni Ottanta. E’ un generatore di calore che offre buoni rendimenti e che si caratterizza per il particolare processo di recupero di energia termica dalla condensazione (solitamente si tratta di una caldaia a tiraggio forzato). 

L’aria e il combustibile, ovvero il gas, entrano insieme e rendono possibile la combustione dentro una camera stagna. Nella caldaia è presente un elettroventilatore, la cui funzione è quella di prelevare l’aria esterna e poi forzare l’espulsione dei prodotti della combustione (verranno infine dispersi attraverso il camino). Questa tipologia di caldaia, proprio per via del suo funzionamento, consente un rendimento termico molto maggiore del combustibile. L’efficienza termica di una caldaia a condensazione è superiore poiché questo generatore di calore va a sfruttare l’energia derivante dalla trasformazione termodinamica, che si rende necessaria in fase di combustione. 

L’importanza di recuperare il calore latente e le differenze con le caldaie classiche o ad alto rendimento

Le caldaie tradizionali disperdono il vapore acqueo che viene generato dalla combustione, insieme all’energia termica detta ‘calore laterale’. Ed è invece questo potenziale che nello specifico viene sfruttato dagli impianti a condensazione. I fumi che vengono prodotti con la combustione vengono raffreddati e fatti tornare a uno stato liquido dalle caldaie a condensazione. E’ così che diventa possibile recuperare il calore usato per preriscaldare l’acqua di ritorno

Dunque la principale differenza tra le caldaie tradizionali e quelle a condensazione consiste nel fatto che i modelli classici, compresi quelli ad alto rendimento, finiscono per fare uso di una parte soltanto del calore che si può ricavare dai fumi di combustione. Se ne evita infatti la condensazione, poiché possibile causa di una corrosione dei condotti per l’evacuazione, oltre che di parti del generatore di calore stesso. 

Si tratta del medesimo potenziale che invece viene sfruttato dalle caldaie a condensazione: il calore latente viene in parte recuperato prima che i fumi vengano infine espulsi. Dopo essere stati convogliati in uno scambiatore, questo sottrae il calore latente che è generato dal processo di condensazione. Si sfrutta il fatto che l’acqua di ritorno dall’impianto di riscaldamento, rientrata nella caldaia dopo un passaggio per i radiatori in modo da cedere il suo calore all’ambiente, è più fredda di quella di mandata. Rispetto a una caldaia di tipo tradizionale, la temperatura dei fumi di scarico sarà più bassa (nelle caldaie a condensazione più efficienti, la temperatura dei fumi può essere addirittura inferiore alla temperatura di mandata dell’acqua). 

Funzionamento della caldaia a condensazione

Come sono fatte le caldaie a condensazione? Essendo realizzate con materiali resistenti all’acidità della condensa, riescono a sfruttare l’energia termica dei fumi. Fanno in particolare uso di scambiatori di calore ad hoc, i quali sono in grado di resistere all’acidità (pH 4-5) che va a formarsi condensando il vapore di combustione. Una normale caldaia, come detto, fa uso solo in parte del calore latente generato dalla combustione del gas: il vapore acqueo viene disperso in atmosfera attraverso camino o canna fumaria. 

G.E.S è specializzata nella vendita e istallazione delle caldaie a condensazione ATAG, riconosciute a livello europeo come impianto di eccellenza nel settore dell’energie rinnovabili.

Contattaci per trovare insieme la soluzione più adatta alle tue esigenze.